Mediterraneo, il mare più sporco

MADRID – I fondali del Mediterraneo sono i piu’ inquinati del mondo. Questa l’ultima denuncia di Greenpeace, informano i media, che prende spunto dai risultati di uno studio sulla contaminazione dei mari, effettuato dal 1990 al 2005, presentati a Barcellona in una conferenza stampa da alcuni attivisti della Ong. Greenpeace setacciando il ‘mare nostrum’ ha riscontrato che la zona nord-occidentale, ossia quella compresa tra Spagna, Francia e Italia e’ la piu’ sporca in assoluto. A bordo della ‘Rainbow warrior’, l’organizzazione ambientalista sta portando avanti la campagna ‘Recuperiamo il Mediterraneo’ con l’obiettivo di denunciare la condizione delle acque. Prima di arrivare a Barcellona il ‘Guerriero dell’arcobaleno’ ha fatto scalo a Valencia e Ibiza e dopo virera’ verso Francia e Italia. Mario Rodriguez, direttore di varie campagne della Ong, ha dichiarato che ogni anno 6,4 milioni di tonnellate di spazzatura finiscono nei mari e che per la gran parte (60/80%) si tratta di plastica. Ha aggiunto, poi, che quelli del Mediterraneo sono i fondali marini che presentano l’indice piu’ alto di contaminazione con 1.935 unita’ per chilometro quadrato, seguiti da quelli dei Caraibi e delle coste indonesiane. Sebastian Losada, direttore di questa campagna, ha avvertito che la sensazione di pulizia che danno le spiagge in estate e’ ingannevole in quanto “l’autentica realta’ si puo’ vedere da settembre a marzo” e ha denunciato che 267 specie marine ingeriscono questi rifiuti, soprattutto le tartarughe marine, le balene, le foche e i leoni marini. Per quanto riguarda l’immondizia galleggiante, invece, il Mediterraneo si situa al sesto posto di questa speciale classifica guidata da Indonesia e dal canale della Manica.

Fonte: ansa

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: