I calamari giganti invadono le acque della california

ROMA – I calamari giganti, come quelli descritti dai film catastrofici, stanno invadendo le acque della California. Lo conferma uno studio apparso sulla rivista Proceedings of the National Academy of Science, secondo cui questi predatori, una volta solo tropicali, stanno sfruttando i cambiamenti climatici per ampliare il loro raggio d’azione. I ricercatori del californiano Monterey Bay Aquarium Research Institute hanno studiato con un veicolo sottomarino la fauna delle acque del golfo della California per 16 anni, osservando una sempre maggiore presenza dei calamari (Dosidicus gigas) a partire dal 1997, e una parallela drastica diminuzione del luccio, il principale abitante della zona e uno dei ‘piatti preferiti’ dei calamari. ”Le principali ragioni per l’invasione sono i cambiamenti climatici, uniti alla diminuzione dei predatori – ha spiegato Bruce Robinson, che ha coordinato lo studio – alcuni degli esemplari osservati hanno raggiunto i 50 chilogrammi di peso e i due metri di lunghezza. Questi animali mangiano tutto quello che trovano sulla loro strada, e a quanto pare sono piu’ bravi degli altri ad adattarsi alle nuove condizioni”. I principali predatori dei calamari, tonni e squali, sono in rapida diminuzione nell’area, sia per effetto della pesca che del riscaldamento delle acque. In assenza dell’anello superiore della catena alimentare, i ‘diavoli rossi’, come vengono chiamati dai pescatori messicani, hanno invaso il territorio, aiutati anche dalla corrente ‘El Nino’ che ha riscaldato le acque della California. Avvistamenti di questi animali sono stati fatti comunque lungo tutto il Pacifico fino in Alaska, una prova della loro grande capacita’ di adattamento.

Fonte: ansa

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: