PLEMMIRIO, UN’AREA MARINA ACCESSIBILE A TUTTI

plemmirio.jpg

ROMA, 13 AGO – Il vero e proprio punto di forza dell’area marina protetta del Plemmirio, sulla costa siracusana, e’ l’accessibilita’ ai disabili motori e ai non vedenti. ”Con ‘Liberi di volare’ – spiega il direttore dell’area marina protetta, Enzo Incontro – permettiamo di far vivere l’esperienza dell’immersione in mare davvero a tutti, anche a chi non possiede tutte la abilita’. Grazie alla figura dell’accompagnatore in mare di persone diversamente abili, unica nel panorama nazionale, tutti possono godere di una bene comune come il mare”. Per i non vedenti, spiega il sito internet della riserva, c’e’ un apposito percorso subacqueo in braille. Sempre in acqua e’ possibile usufruire di due percorsi tattili all’interno della zona B dell’area protetta, nei pressi di quella che viene chiamata zona di Capo Meli e di Punta Mola. Queste due passeggiate subacquee si snodano per circa 100 metri ciascuno e sono percorribili in circa 40 minuti, con movimenti lenti per poter godere delle bellezze dei fondali. I tragitti sono delimitati da funicelle, che permettono ai sub stanchi o rimasti momentaneamente soli di riposarsi. Quel che avviene nei fondali viene descritto dai cartelli scritti in braille. Prima dell’immersione, alcuni esperti istruiscono i sub sulle tecniche da utilizzare nei fondali, attraverso una sessione verbale e un modulo in braille, in inglese e in italiano. Alla Fanusa, dove ci sono tre varchi per l’accesso dei disabili in spiaggia e speciali scivoli per arrivare in carrozzina fino alla riva, e’ presente anche un Infopoint per il turismo dei disabili. L’emozione di un’immersione virtuale nel mondo sottomarino e’ possibile anche a bordo dell’Aquavision, lo speciale trimarano dal fondo trasparente, accompagnati da personale specializzato. Entro dicembre poi, sara’ aggiunto un altro tassello all’offerta destinata agli utenti diversamente abili: un’acquario plurisensoriale. ”A Siracusa, nella zona di Ortigia, vicino al Castello Maniace – dice Incontro – stiamo ultimando il nostro nuovo centro accoglienza, dove sara’ realizzato un’acquario plurisensoriale, in collaborazione con l’Acquario di Genova. Tramite vasche tattili sara’ possibile anche per i non vedenti interagire con le specie presenti e saranno stimolati quattro sensi: la vista, l’olfatto, l’udito e il tatto”.
fonte: ansa

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: