La ballata del mare

Il mare
sorride lontano.
Denti si spuma
labbra di cielo.
– Che cosa vendi, fosca fanciulla,
con i seni al vento ?
– Vendo, signore, l’acqua
dei mari.

– Che cos’hai, giovane negro
mescolato nel sangue ?
– Ho, signore, l’acqua
dei mari.

– Queste lacrime salmastre,
da dove vengono ?
– Vengono, signore, dall’acqua
dei mari.

– Cuore, questa amarezza
profonda, da dove nasce ?
– Dall’amara acqua
dei mari.

Il mare
sorride lontano.
Denti di spuma
labbra di cielo.

Federico García Lorca
foto: © P.f.d.

Annunci

One Response to La ballata del mare

  1. Fanio Visentin ha detto:

    Avrei voluto il testo spagnolo a lato

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: