Luigi Ferraro

ferraro.jpgIl 5 gennaio 2006 si spegneva a Genova Luigi Ferraro.
Nato a Quarto dei Mille il 3 novembre 1914. Decorato con la medaglia d’oro al valor militare per le sue temerarie azioni, compiute durante la seconda guerra mondiale come incursore, viene ricordato dal mondo della subacquea soprattutto per le sue invenzioni.
Nei primi anni ’50 progetta la maschera con l’alloggio per il naso, per facilitare la compensazione. Quasi contemporaneamente crea le prime pinne a scarpetta con il foro in punta per favorire il movimento delle dita dei piedi.
E’ il creatore della “Technisub”, azienda leader nella produzione di attrezzature subacquee.
Ricordo ancora la mia prima muta, avevo appena otto anni, col classico marchio quadrato giallo con pesce e compasso. Realizzata in neoprene zigrinato all’esterno e la fodera arancio all’interno.
Presidente onorario di HDS-Italia, ha dedicato la sua vita da civile al mondo della subacquea ricreativa. Ha contribuito alla nascita della CMAS: Confederazione Mondiale per le Attività Subacquee. Organizzatore in Italia dei primi corsi ARA e ARO.
Inoltre, ha realizzato il primo corso per vigili del fuoco sommozzatori, in seguito per l’arma dei carabinieri e ,infine, della guardia di finanza.
Tanto altro è stato fatto da colui che, sicuramente, può essere considerato uno dei padri della subacquea Italiana. Tutto è raccolto in due libri dedicatigli: “Luigi Ferraro, un italiano” e “Dominare gli istinti: proselitismo, insegnamenti, invenzioni e scoperte del Comandante Luigi Ferraro, Medaglia D’oro al Valor Militare che ha dedicato tutta la sua vita civile al mondo subacqueo”.
Parecchio del confort e delle innovazioni tecnologiche che oggi, noi sub, portiamo in acqua, sono dovute a lui.
Grazie Comandante. 

© P.f.d.

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: