La nave bianca

oceano.jpg

“Ma più meravigliosa dei racconti dei vecchi, e delle storie dei libri, è la segreta saggezza dell’oceano. Blu, grigio, bianco o nero, liscio, increspato o burrascoso; l’oceano non è mai silenzioso. Per tutta la mia vita l’ho contemplato e ho ascoltato la sua voce. Lo conosco bene. Da principio mi narrò soltanto semplici racconti di placide spiagge e porti vicini, ma, col passare degli anni, si fece più confidenziale e mi parlò di altre cose. Cose più bizzarre e più lontane nello spazio e nel tempo. È accaduto talvolta che le grigie nebbie crepuscolari, dense sulla linea dell’orizzonte, si siano dissolte perché lanciassi fugaci sguardi al di là della grigia cortina. E talora, di notte, le cupe acque profonde si sono fatte limpide e fosforescenti affinché potessi vedere quel che vi si cela di sotto. E questi sprazzi fugaci mostravano spesso ciò che era stato, e altrettanto sovente mi rivelavano quel che potrebbe essere, e quel che è. Perché l’oceano è più vecchio delle montagne, ed è colmo dei ricordi e dei sogni del Tempo.”

H.P.Lovecraft, “La nave bianca”

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: