La tempesta

“A cinque tese sotto“dell’acque sta sepolto“tuo padre,
e non è morto,
“ché la magia del mare“lo seppe trasformare”
in cosa ricca e strana:
“son l’ossa sue coralli“e perle le pupille;
“ed ogni ora le ninfe
“fan per lui rintoccare“
la funebre campana”.

Ariele

W.Shakespeare, “La tempesta”

Foto ©P.f.d.

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: