Neemo 12


7434nemo.jpg

Tra i 7 e il 18 maggio, nella base sottomarina Acquarius della NOAA, a Key Largo, in Florida, un equipaggio della NASA, composto da 8 persone, tra astronauti, tecnici e chirurghi, ha portato a termine la missione Neemo 12. Gli acquanauti hanno vissuto in fondo al mare per 12 giorni, nella struttura di 13,7 metri per 4, in condizioni molto simili a quelle che ritroveranno nelle prossime missioni spaziali.
I chirurghi si sono resi protagonisti della missione. Sperimentando nuove tecniche mediche controllate in remoto, hanno utilizzato due robot, il Raven dell’Università di Washinton e l’M-7 di SRI International, destinati alla cura degli astronauti nello spazio.
E’ stata inoltre testata con successo una nuova macchina, il Puma(Portable Unit for Metabolic Analysis), che serve a misurare e monitorare costantemente le variazioni metaboliche degli acquanauti.
Interessante il collegamento in videoconferenza della stazione sottomarina con una sala del museo del Santuario Marino, da dove studenti erano in grado di seguire in diretta le sperimentazioni e, addirittura, porre domande agli scienziati.

070518_neemo12_dive_01.jpg

Notizia letta su SubAqua

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: