CTS, IN ITALIA 10.000 CATTURE ACCIDENTALI TARTARUGHE

caretta_1.gifROMA, 31 AGO – Sono sempre piu’ frequenti gli avvistamenti di tartarughe in mare e solo in Italia sono 10.000 quelle pescate accidentalmente. Lo rende noto il Cts Ambiente, che spiega come ogni anno nel Mediterraneo siano ben 60.000 le tartarughe imprigionate nelle reti della pesca professionale, con una mortalita’ degli animali che va dal 10% al 50%. Ogni peschereccio puo’ arrivare a catturare involontariamente fino a 20 tartarughe in una sola battuta di pesca. Il dato degli avvistamenti – spiega il Cts – e’ confermato sia dai pescatori, che sempre piu’ frequentemente avvistano tartarughe marine in acqua, sia dalle osservazioni fatte in quasi due mesi di navigazione dal ”Veliero dei Delfini”, la campagna del Cts Ambiente terminata nei giorni scorsi dopo aver compiuto un viaggio di oltre 1500 Km lungo le nostre coste. ”Durante la navigazione – dichiara Irene Galante, biologa marina responsabile scientifica della campagna – abbiamo ripetutamente avvistato tartarughe marine mentre si riscaldavano in superficie. Gli avvistamenti sono stati numerosi anche in zone, come ad esempio il nord della Sardegna e il Tirreno centro settentrionale, dove gli avvistamenti negli anni passati non erano cosi’ frequenti. La risposta a questo fenomeno potrebbe risiedere nella maggiore temperatura del mare che ha indotto questi animali a trattenersi a nord piuttosto che scendere piu’ a sud come tradizionalmente accadeva”. Un’altra conferma – prosegue il Cts – arriva dai 12 centri recupero della Rete Tartanet, un network di strutture coordinate dal Cts Ambiente operanti lungo le coste italiane che ospitano e riabilitano tartarughe marine ferite catturate accidentalmente dai pescatori o rinvenute da dipartisti. ”Quest’estate – dice il vicepresidente nazionale del Cts Ambiente Stefano Di Marco – i recuperi sono stati centinaia”. Il Cts Ambiente ricorda che e’ attivo il servizio di pronto intervento ”Sos Tartarughe”, realizzato in collaborazione con Europe Assistance. Il numero verde 800.90.48.41 e’ attivo 24 ore su 24 per segnalare le catture accidentali e per il coordinamento delle attivita’ di recupero lungo tutta la costa.

Fonte: ansa

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: