IN ANTARTIDE LE FOCHE CONTRAGGONO LE PRIME INFEZIONI CAUSATE DALL’UOMO. LA CAUSA PROBABILE: I TURISTI

12228_fochina_large.jpgPer la prima volta un virus umano ha infettato gli animali dell’Antartico. La scoperta, pubblicata dalla rivista Polar Biology, è stata fatta su alcune foche dai ricercatori dell’università svedese di Kalmar. Il virus, trovato dai ricercatori in campioni prelevati da alcuni cuccioli che vivono vicino alla base cilena sull’isola di Livingston, è l’Escherichia Coli, che nell’uomo e negli animali domestici causa diarrea e problemi gastrici.
Nonostante diversi trattati internazionali prevedano misure per evitare contaminazioni, secondo lo studio a portare l’infezione fino in Antartico potrebbero essere stati i turisti. La principale preoccupazione espressa dai ricercatori è che il virus possa causare delle vere e proprie epidemie, agevolate dall’abitudine di molti animali, fra cui le foche, di vivere in colonie. Anche altri due agenti patogeni, la Salmonella e il Campylobacter, hanno infettato alcuni animali selvaggi vicino alla base. I vestiti dei turisti che visitano l’Antartico sono trattati con delle autoclavi particolari, che però eliminano gli “invasori” più grandi, come le uova di insetti.

Fonte: ENPA

Annunci

2 Responses to IN ANTARTIDE LE FOCHE CONTRAGGONO LE PRIME INFEZIONI CAUSATE DALL’UOMO. LA CAUSA PROBABILE: I TURISTI

  1. Oscar Ferrari ha detto:

    La colpa è dell´alito intriso di würstel deo turisti tedeschi

  2. mediterraneodiving ha detto:

    mhhh … sei sicuro che il problema sia l’alito ??? 😉

    Ciao Oscar

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: