ITALIA RISCHIA FUTURO BOOM MEDUSE

436602316_8213ece855_m.jpgROMA, 12 SET – Quando il mare e’ troppo caldo specie come le meduse ne approfittano, pronte a colmare un ‘vuoto’ nella catena alimentare. Anche l’Italia rischia un boom meduse in futuro, come gia’ avvenuto in Spagna. E’ quanto emerge dai lavori in corso alla Conferenza nazionale sui mutamenti climatici, nella sessione dedicata al mare coordinata da Silvio Greco, direttore scientifico dell’Icram (Istituto per la ricerca sul mare). Come effetto delle temperature miti costanti che hanno contraddistinto quest’ultimo anno ”noi siamo convinti che l’alterazione del flusso energetico, il mancato apporto di nutrienti, che nel Tirreno e’ stato del 30% in meno – afferma Greco – abbia creato un vuoto nella catena alimentare, consentendo ad alcune specie ‘opportuniste’ di colmare questi spazi. Un caso eclatante e’ quello delle meduse nei mari spagnoli: nell’estate 2007 ne sono stati stimati 60 milioni di esemplari”. Secondo Greco non e’ escluso che quel che e’ accaduto in Spagna non possa avvenire anche da noi. ”Con le meduse abbiamo l’esempio di come un problema ecologico diventi un problema economico – spiega il direttore dell’Icram – e se l’anno prossimo dovessero persistere situazioni di stress dell’ecosistema dei mari come avvenuto in Spagna quest’estate, questo avrebbe conseguenze anche sull’economia turistica”. In conclusione ” serve investire nella ricerca scientifica, con un piano nazionale. Il costo sarebbe infinitamente minore rispetto al fallimento di dieci giorni di stagione balneare”.

Fonte: ansa

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: