Portogallo, al via centrale alimentata a onde marine

E’ pronta e’ comincera’ a funzionare nelle prossime settimane la prima centrale elettrica a sfruttamento commerciale alimentata dal moto ondoso del mare. L’impianto e’ stato realizzato al largo delle coste portoghesi dalla Ocean Power Delivery (Opd), societa’ con sede in Scozia finanziata da un consorzio internazionale che annovera la norvegese Norsk Hydro Technology Ventures e i fondi di private equity 3i e Sam.
La prima fase del progetto prevede l’installazione, 5 km al largo di Povoa de Varzim, localita’ sulla costa nel nord del Paese lusitano, di tre macchinari ‘Pelamis P-750′ capaci di produrre 2,25 Mw, quanto basta per soddisfare i bisogni di 1.500 famiglie. Se tutto andra’ bene dovrebbe seguire l’installazione di un vero e proprio parco marino composto da 30 macchinari. I Pelamis sono dei cilindri lunghi circa cento metri, ancorati la fondale in modo da permetterne il rollio e il beccheggio. Il movimento indotto dalle onde dell’Atlantico aziona i fluidi presenti all’interno della struttura che mettono in funzione dei motori che generano energia elettrica.
Difficilmente pero’ vedremo qualcosa di simile lungo le coste italiane. “Il meccanismo che abbiamo messo a punto – spiega all’Agi la portavoce della societa’ – necessita’ di un tipo di onda che solo l’oceano riesce a produrre. Il Mediterraneo non e’ adatto all’installazione di questi macchinari. Bene si prestano, invece, le coste occidentali della Spagna, del Portogallo o della Gran Bretagna. Non a caso stiamo realizzando, per E.On, un progetto al largo della costa britannica”.

Fonte: AGI

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: