Lo snorkel

Lo snorkel, o aeratore, è costituito da un tubo ricurvo, solitamente realizzato in plastica più o meno rigida, al quale è collegato il boccaglio. Il diametro, affinché possa garantire una respirazione agevole deve avere un diametro di circa 2,5 cm. La lunghezza del tubo non deve essere eccessiva, circa 35/40 cm, al fine di non aumentare lo sforzo respiratorio. E comunque, non troppo corto, per evitare che, in caso di mare poco mosso, entri acqua.
Il boccaglio, solitamente realizzato in silicone, deve essere morbido ed adattarsi alla nostra bocca, per evitare fastidi o irritazioni, soprattutto nel caso di prolungati spostamenti in superficie.
Sono sconsigliati quelli con parti corrugate che rendono meno fluido il passaggio dell’aria e favoriscono il ristagno dell’acqua. Altrettanto sconsigliati quelli con valvola di scarico che con l’usura potrebbero favorire fastidiose infiltrazioni d’acqua.
La funzione dello snorkel è quella di consentirci di respirare senza dover uscire la testa dall’acqua. E’scarsamente usato dal subacqueo con l’autorespiratore, che se ne serve per brevi spostamenti in superficie. Invece, diviene di fondamentale importanza per l’apnea e lo snorkeling, perchè consente di osservare il fondale senza interrompere l’osservazione per uscire la testa fuori dall’acqua e respirare. In questo modo si evita di affaticarsi e si prolunga la permanenza in acqua.
Nelle immersioni con autorespiratore viene posizionato sul lato sinistro della maschera, tramite un gancio o un doppio anello, poiché a destra vi è l’erogatore.
In commercio si trovano snorkel e boccagli dal modello anatomico, che si adattano alla conformazione del viso e della bocca. Inoltre, esistono modelli flessibili o telescopici, che vengono apprezzati in subacquea tecnica, perchè è possibile riporli ad esempio nelle tasche del gav, ed estrarli in caso di necessità, evitando in questo modo di aggiungere ulteriori componenti alla numerosa attrezzatura presente.
In vendita, inoltre, è possibile trovare snorkel per asmatici, in cui vi è un alloggio per il farmaco spray, che consente l’insufflazione senza togliere il boccaglio.
Infine, come per la maschera, si consiglia di sciacquarlo dopo l’utilizzo e riporlo lontano dal neoprene, per evitare macchie alle parti in silicone.

© G.d.M.

Advertisements

3 risposte a Lo snorkel

  1. mediterraneodiving ha detto:

    Hahaha …
    Se mi avessero raccontato che avrei letto un tuo post sull’attrezzatura subacquea non ci avrei creduto … ed invece … un articolo sullo snorkel che istruttori sub si sognano di scrivere
    Mi sa tanto che se andiamo avanti così l’allieva supererà il maestro!!!

    Mao ….

    P.f.d.

  2. mediterraneodiving ha detto:

    A dire il vero, se qualcuno, circa un anno e mezzo fa, mi avesse detto che lo avrei fatto, sicuramente mi sarei fatta una sonora risata…
    Del resto ho un ottimo maestro…

    😉

    Meo….

    G.d.M

  3. Nunciafazzuchiu ha detto:

    Molto interessante questo aeratore.
    Ciao
    Vincè

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: