Eruzione vulcanica fà sparire un’isola del Mar Rosso

eruzione-1.jpgSANAA (Reuters) – Una spettacolare eruzione vulcanica in un’isola al largo delle coste dello Yemen, sul Mar Rosso, ha provocato la morte di almeno tre soldati . Lo ha riferito un funzionario governativo.
Il funzionario ha annunciato che sono stati recuperati i corpi di tre vittime, ma anche che è stato rinvenuto un sopravvissuto. Altri quattro soldati di stanza sull’isola di Jabal al-Tair, che si trova a 80 chilometri dalla terraferma, sono dispersi e si ritiene che siano morti nell’eruzione, avvenuta domenica notte. In precedenza il governo aveva parlato di otto morti.
Un funzionario del ministero della Difesa presente sull’isola, che ospita una base militare sin dal 1996, anno della guerra con l’Eritrea, ha detto che la parte occidentale di Jabal al-Tair è “affondata” nel mare.
Sono in corso ricerche navali nelle acque circostanti per recuperare eventuali sopravvissuti. Sull’isola non c’erano residenti civili.
Il ministro del petrolio yemenita Khaled Mahfoudh Bahah ha detto che a innescare l’eruzione sono state numerose scosse telluriche.
Jamal al-Shaalan, responsabile del Centro sismologico yemenita, ha detto all’agenzia di stampa statale Saba che l’isola è stata colpita da tre successive scosse di intensità compresa tra i 4,3 e i 4 gradi della scala Richter intorno all’1,27 ora italiana.
L’eruzione non ha ostacolato le operazioni di trasporto del petrolio nell’entrata meridionale del Mar Rosso, dove ogni giorno transitano circa 3 milioni di barili.

Fonte:  Reuters

Advertisements

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: