In viaggio sulle antiche rotte del Mediterraneo

bronzi.jpg‘Discovering Magna Grecia’, alla scoperta della Magna Grecia, è il nome dato ad un progetto che, come afferma il direttore dell’iniziativa Maurizio Poletti, docente di archeologia e storia dell’arte greca e romana presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Unical, intende “analizzare, conoscere e valorizzare le scoperte di archeologia subacquea lungo l’intera costa jonica calabrese fino alla Sicilia”. Il progetto, che si inserisce nell’ambito del programma comunitario Interreg IIIB Archimed di cui la Regione Calabria è capofila, ha come scopo “quello di favorire – aggiunge Paoletti – la conoscenza delle rotte antiche tra i popoli di questo settore del Mediterraneo dove si sviluppò la civilità magno-greca, con la realizzazione di prodotti tradizionali, divulgativi, ma bivalenti, nel senso che ci saranno due filoni, uno scientifico e l’altro turistico”. “Le pubblicazioni, – prosegue – in italiano ed inglese, offriranno un percorso selettivo, riservato a studiosi, con materiale approfondito e linguaggio specifico; ed un altro dedicato ai lettori ed ai visitatori dagli interessi meno impegnati ma non per questo meno nobili come la voglia di conoscenza propria del turista”. “Per quanto riguarda l’attività subacquea – afferma Paoletti – abbiamo recuperato dati certe su scoperte archeologiche finora rimaste del tutto sconosciute anche agli specialisti. Nella zona di Cariati, nell’alto jonio cosentino, abbiamo certezza di importanti reperti greci e romani portati alla luce dai pescatori locali”. “L’altro motivo di orgoglio – prosegue – è l’allestimento di un database completo di tutto quanto detto, scritto, filmato e fotografato sui Bronzi di Riace. Benché siano icone ormai consolidate della Calabria, – conclude Paoletti – le famose statue non hanno ancora un sito serio e completo. Anche questo lavoro disporrà di due itinerari, uno per studiosi ed un altro a scopo turistico”. Al progetto Discovering Magna Grecia, che coinvolge in Calabria docenti universitari, consulenti professionisti e soggetti istituzionali locali ed internazionali, prendono parte, oltre alla Regione Calabria, la Provincia di Cosenza, la Provincia di Agrigento, la Grecia (con la Regione dell’Est Macedonia, la Tracia e Creta).

Fonte: Telereggiocalabria

Advertisements

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: