Il nostro mare e le sue specie devono essere più tutelate

thumb_articolo.jpgScrivono i responsabili del sodalizio e tutela degli animali nel loro comunicato: “Un pescatore sportivo di Ceriale, Luigi D., ha catturato una lampuga di dimensioni eccezionali, del peso di 23 chilogrammi; e se ne è pure vantato, chiedendo ed ottenendo la pubblicazione su un giornale locale della sua fotografia, assieme al figlio,  con la povera bestia.
Una grande occasione per restituire alla natura un “patriarca” del mare è stata irrimediabilmente perduta dall’ennesimo insensibile comportamento dell’uomo verso le sue creature. Animali di grandi dimensioni e di età avanzata rappresentano un  successo evolutivo per ogni specie e, a tutela della biodiversità, sarebbe utilissimo lasciarli liberi, in modo che possano continuare a trasferire i propri “geni” eccezionali ad un numero più grande possibile di discendenti.
L’Ente Nazionale Protezione Animali chiede da tempo, inascoltato, alle Autorità competenti, di imporre la liberazione di esemplari eccezionali e la tutela di specie rare che transitano nei nostri mari; essi sono infatti liberamente catturabili e soltanto l’accresciuta ma non ancora sufficiente sensibilità dei cittadini garantisce loro a volte la sopravvivenza negata dalle leggi. 
Si fa un gran parlare di difesa del mare e pesca eco-compatibile ma, al momento di definire serie limitazioni, le promesse sono proprio ..da marinaio. Naturalmente è tempo perso ricordare quanto vanno dicendo da anni i massimi organismi scientifici internazionali: il pescato continua a diminuire, con animali catturati sempre più giovani e la riduzione del 75% degli stock di pesca delle 550 specie pescate, si continuano a “sprecare” 3 animali ogni 10, non utilizzati commercialmente e ributtati in mare ormai morti (by-catch),  le reti da pesca, perdute o abbandonate, continuano a uccidere per anni, tutte le marinerie del mondo si op-pongono a qualsiasi ipotesi di restrizione della loro attività, mentre la pesca cosiddetta sportiva viene favorita e celebrata con funeree foto-ricordo”.

Fonte: ponentenotizie

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: