ALIMENTARE: CARREFOUR NON VENDE PIU’ TONNO ROSSO MEDITERRANEO

carrefour_553-553.gifMilano, 9 ott. – Il Gruppo Carrefour Italia ha deciso di interrompere in via definitiva la vendita di tonno rosso del mediterraneo ed ha firmato oggi un accordo con cui si impegna a sostenere tre progetti di acquacoltura nella zona del lago Vittoria nei distretti Ukerewe e Bukoba in Tanzania e Mukeno (Katosi) in Uganda. Il tonno rosso del mediterraneo e’ una specie ormai ritenuta a “rischio”. L’elevato valore economico e la crescente domanda hanno provocato un eccessivo sforzo di pesca ed una intensa attivita’ di allevamento di specie libere catturate in mare con la conseguente progressiva diminuzione dello stock di pesce e mettendo a rischio la stessa sopravvivenza della specie. Il Gruppo Carrefour Italia, in coerenza con la sua politica a favore di uno sviluppo durevole, ha quindi deciso di interrompere del tutto la vendita di tonno rosso del mediterraneo in tutti i punti di vendita con cui opera: ipermercati Carrefour, supermercati, superstore ed iperstore GS, supermercati di prossimita’ Di’perDi’. “Tale scelta non vuole essere un sacrificio imposto ai numerosi clienti delle diverse insegne con cui l’azienda opera, ma un investimento comune per permettere al tonno di ricostituirsi, evitando l’estinzione”. All’attenzione dell’opinione pubblica e’ anche il pesce persico del Lago Vittoria, sulle cui sponde si e’ radunata una moltitudine di persone che vive in condizioni difficili e che dipende totalmente dalla pesca di tale pesce che, a causa dell’enorme sfruttamento, e’ in progressiva diminuzione. Il Gruppo Carrefour Italia ha deciso di sostenere tre progetti di acquacoltura di pesce persico e pesce gatto nel lago Vittoria. L’accordo e’ stato sottoscritto oggi e prevede la responsabilita’ gestionale dell’Associazione dell’Africa dell’Ovest per lo sviluppo della pesca artigianale – Adepa/Wadaf. Il Gruppo Carrefour Italia si e’ impegnato a riconoscere sul pesce Persico del lago Vittoria un contributo al chilogrammo che verra’ interamente devoluto a sostenere i progetti di acquicoltura citati, finalizzati a sviluppare attivita’ artigianali alternative alla pesca industriale di pesce persico e volti a trasmettere la conoscenza di un nuovo lavoro profittevole e stabile.

Fonte: Industriale-Oggi Agi

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: