Greenpeace, su internet in diretta il grande viaggio delle balene

miaolenix.jpgROMA-Da oggi è possibile seguire in diretta, via internet, “Il grande viaggio delle balene”. Greenpeace lancia il sito web che, con la localizzazione via satellite, permette di scoprire le rotte migratorie delle megattere dalle aree di riproduzione nel Pacifico meridionale alle aree di alimentazione nell’Oceano Antartico.
Questo permetterà di ottenere dati importanti sui loro movimenti, sull’utilizzo degli habitat e sulla struttura delle popolazioni. Il sito web è anche una finestra che permette a chi ama le balene di seguirne gli spostamenti e imparare di più sulle insidie che minacciano la vita marina.
Il “Great Whale Trail” è una collaborazione tra Greenpeace e scienziati che lavorano sulle megattere nel Pacifico Meridionale. Con il sostegno finanziario di Greenpeace, scienziati del Center for Cetacean Research e della Operation Cetacès hanno applicato trasmettitori satellitari rispettivamente a esemplari di megattere a Roratonga e in Nuova Caledonia.
Il “Great Whale Trail” è un programma di ricerca non letale nato per dimostrare che le balene non devono morire per la scienza. «Negli ultimi due mesi, il monitoraggio delle balene nel Pacifico meridionale ha già prodotto risultati molto interessanti, ovviamente senza uccidere nemmeno una balena – dichiara Alessandro Giannì, responsabile della campagna Mare di Greenpeace – Negli ultimi 20 anni i giapponesi invece hanno ucciso migliaia di balene, con risultati scientifici impresentabili».
Il sito web “Great Whale Trail”, inoltre, mette in luce l’importanza di una rete di aree marine protette in grado di offrire una possibilità di recupero alle specie sovrasfruttate, dalla caccia baleniera ma anche dalla pesca industrializzata.

Fonte: LaStampa

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: