Pronto a salpare primo eco-mercantile a vela

beluga_skysails_seite.jpgIl primo mercantile trainato da un aquilone grande quanto un campo da tennis si prepara a partire ai primi di novembre per la California dal nord della Germania, con un carico di componenti per turbine a vento. Il Beluga Skysails, un rivoluzionario mercantile portacontainer lungo 132 metri e con una vela aerea di 160 mq, sarà affidato dalla compagnia di navigazione Beluga Shipping di Brema, in Germania settentrionale, al capitano Lutz Heldt.
Se la sperimentazione dal vero darà ragione ai suoi inventori, il sistema di trazione a vela aerea (Skysail, in inglese), per la prima volta sarà messo alla prova più difficile, quella della navigazione quotidiana, che per una nave commerciale equivale a circa 280 giorni all’anno in mare. Bisognerà vedere se il meccanismo ideato da una società di Amburgo funzionerà anche sotto l’effetto combinato di vento, onde, forti vibrazioni e l’aria marina altamente corrosiva. Il Beluga Skysails, che per uscire dal porto ed arrivare in zone dove i venti sono costanti farà ricorso al suo tradizionale motore diesel, nel tratto tra le isole Azzorre e la costa orientale degli Stati Uniti dovrebbe risparmiare fino al 20% di carburante. Circa 4,5 tonnellate al giorno di olio pesante in meno, in termini economici circa 1500 euro al giorno. Un effetto ancora più importante in questo momento sono le emissioni di anidride carbonica, considerate una delle principali cause dell’effetto serra che sta facendo riscaldare l’atmosfera terrestre. Ogni tonnellata di olio pesante non bruciata riduce di circa 3 tonnellate le emissioni di CO2 del Beluga. Un effetto non indifferente se trasferito alle circa 100 mila navi della flotta commerciale mondiale, delle quali circa il 60% potrebbe servirsi, secondo i suoi inventori, della vela aerea.

Fonte: LaStampa
Immagini tratte dal sito: SkySails

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: