HOMO SAPIENS,PRIMI CONTATTI CON MARE 164 MILA ANNI FA

uesc_06_img0297.jpgRoma, 17 ott. (Apcom) – L’uomo ‘Sapiens’ cominciò ad andare in spiaggia 164 mila anni fa. Lo testimoniano le evidenze raccolte da un gruppo di ricercatori americani nel corso di uno studio, che sarà pubblicato domani su Nature, secondo le quali i primi contatti tra l’uomo moderno e l’ambiente marino risalgano a 164 mila anni fa, smentendo ricerche precedenti che facevano risalire i primi approcci con il mare a 125 mila anni fa.
Curtis Marean, Arizona State University, e colleghi riferiscono che le prime escursioni di Homo sapiens sulla spiaggia erano finalizzate alla conoscenza dell’habitat e alla ricerca di risorse da sfruttare. Inoltre, avrebbero trovato in una grotta marina, sulla costa del Sud Africa, resti fossili che testimoniano che nella dieta dei nostri antenati non mancavano pesci e molluschi e che avevano imparato ad estrarre e usare pigmenti, come l’ocra rossa.
Marean e colleghi ritengono che l’adattamento a vivere sulle coste sia stato cruciale per H.sapiens per sopravvivere a tempi in cui il mondo stava andando verso il freddo e per fuggire da un ambiente dove c’era la siccità e il deserto africano. Condizioni ambientali estreme che probabilmente hanno indotto piccole bande di cacciatori ad andare verso il mare per trovare rifugio.

Fonte: alicenotizie

Advertisements

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: