DELFINI SI SUICIDANO IN MASSA IN IRAN

30 ottobre 2007 – Centocinquanta delfini ‘suicidi’ sulle spiagge di Jask, nel sud dell’Iran, in poco piu’ di un mese. Gli ambientalisti hanno lanciato l’allarme dopo che i media iraniani hanno pubblicato le foto dei corpi senza vita dei mammiferi arenati sulle spiagge del porto. Il primo episodio risale alla fine di settembre, quando 79 esemplari di delfino striato sono stati trovati sulla spiaggia di Jask; il secondo a questa settimana quando sono stati rinvenuti altri 73 delfini morti. “Continua il suicidio dei delfini sulle coste di Jask”, si legge sui quotidiani iraniani, “gli abitanti hanno provato a rimetterli in acqua, ma non ci sono riusciti”.
Le autorita’ iraniane non sono ancora riuscite a individuare le cause del fenomeno. Secondo Mohammed Baqer Nabavi, vice capo dell’organizzazione governativa per la protezione ambientale, all’origine dei ‘suicidi’ non vi sarebbe l’inquinamento. Dalle analisi condotte sui cadaveri dei mammiferi, infatti, non e’ stato riscontrata alcuna sostanza tossica nel loro sistema digerente, ne’ tracce di inquinamento nei loro tessuti. Secondo Nabavi, invece, i mammiferi potrebbero essersi feriti con le reti che si trovano sui fondali del Golfo persico o con quelle sulle navi da pesca.

Fonte: AGI

La notizia anche su: rawstory.com

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: