PECORARO,IMPEGNO TROVARE RISORSE PER 4 NUOVI PARCHI

ROMA, 21 NOV – ”Posso dire che la volonta’ del governo e mia personale, con indicazione gia’ data al direttore competente del ministero, e’ quella di trovare risorse sufficienti per rispondere positivamente anche agli altri Parchi di cui c’e’ un’attivita’ in esame alla Camera (Portofino, Laguna di Venezia, Parco geominerario delle zolfare di Sicilia, Parco dell’Appennino Dauno)”. Questa la risposta del ministro dell’ Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, al question time di oggi alla Camera, sulla proposta di istituzione di altre quattro aree protette, il cui iter e’ gia’ stato avviato in commissione, in aggiunta a quelle gia’ previste dal collegato fiscale. Pecoraro ha spiegato come avesse ”preso l’impegno di non fare proposte di iniziativa governativa se non dopo ampia consultazione della conferenza nazionale sulle aree protette e conferenza sulla biodiversita’ dell’autunno del 2008”. Di fronte pero’ ”all’ iniziativa parlamentare – ha affermato il ministro dell’Ambiente – tesa a dotare la Sicilia di alcuni parchi nazionali importanti (Egadi, Eolie e Iblei al Senato; Pantelleria alla Camera) abbiamo dato un parere favorevole” e sono stati inseriti nel collegato fiscale. Quindi, ha sottolineato Pecoraro ”tutte le iniziative parlamentari che hanno una loro credibilita’ e che possono dimostrare la volonta’ di migliorare la rete delle aree protette vedranno il massimo sostegno possibile da parte del ministro dell’Ambiente e del ministero. Per lo stesso motivo per cui abbiamo rilanciato la rete dei parchi nazionali – ha concluso il ministro dell’Ambiente – e stiamo lavorando per riprendere l’iniziativa per un altro Parco gia’ approvato, quello della costa teatina, ancora non istituito, per i famosi parchi storici, del Delta del Po e del Gennargentu, previsti e non istituiti, mentre invece abbiamo portato a termine il Parco della Val d’Agri”.

Fonte: ansa

Advertisements

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: