Una finestra sul continente di ghiaccio

1246.jpgÈ basata su circa 1.100 immagini raccolte in tre anni, dal 1999 al 2001, dal satellite Landsat 7 la nuova e avveniristica mappa dell’Antartide realizzata dalla Nasa, in collaborazione con un team di istituti scientifici americani e britannici. La carta, denominata Lima (acronimo di Landsat Image Mosaic of Antarctica), offre una riproduzione senza precedenti del continente di ghiaccio, totalmente realistica, a colori e con una risoluzione dieci volte maggiore rispetto alle passate fotografie satellitari.
“Lima apre una finestra sull’Antartide che offre grandi opportunità per la ricerca scientifica”, afferma Robert Bindschadler, capo progetto della Nasa: “È  come avere sostituito un televisore in bianco e nero con uno dallo schermo ad alta definizione. I ricercatori polari adesso hanno a loro disposizione uno strumento di inestimabile valore per la pianificazione delle prossime spedizioni”. Lima, infatti, non è soltanto una semplice istantanea dell’Antartide, ma consente di valutare anche i movimenti dei ghiacciai e prevedere le loro dinamiche future. Tutto ciò, così, non solo permetterà di avere un accesso virtuale ad aree di difficile esplorazione, ma anche di mappare in modo più preciso le formazioni geologiche. Lima, infine, sarà utile nello studio degli effetti dei cambiamenti climatici, che in questo continente sono molto più veloci.
Le immagini di Landsat 7 sono state disposte una accanto all’altra come le tessere di un mosaico, ma senza nessun effetto vistoso di “cucitura” nei punti di intersezione. Salvo un’area a forma di ciambella in prossimità del Polo Sud, la riproduzione finale non presenta interruzioni nella ricostruzione del territorio.
La carta è scaricabile gratuitamente sul portale della Nasa.

Fonte: Galileo

Advertisements

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: