CLIMA: E’ L’ATLANTICO LA ‘CULLA’ PER URAGANI PERFETTI

uragano_01.jpgROMA, 1 DIC – E’ l’Oceano Atlantico il posto ideale dove i cambiamenti climatici fanno crescere l’intensita’ degli uragani. L’hanno scoperto due ricercatori dell’universita’ americana del Wisconsin, che hanno individuato quali sono gli ‘ingredienti’ necessari a creare cicloni ‘super’: secondo il loro studio, pubblicato dal Bulletin of the American Meteorological Society, proprio nell’Atlantico il riscaldamento del clima produce gli effetti peggiori perche’ trova le condizioni ideali. ”Altri studi hanno confermato che la temperatura piu’ alta dell’Oceano fa da carburante per gli uragani – spiega Jim Kossin, uno degli autori – ma questo aspetto e’ sopravvalutato, perche’ e’ una parte di uno schema piu’ grande”. Secondo i ricercatori, il mare piu’ caldo e’ uno dei fattori che scatenano gli uragani, che pero’ interagisce con con la situazione atmosferica dando vita ad una condizione particolare chiamata ‘Atlantic Meridional Mode (Amm)’. Questo insieme di fattori, valutabili tramite i satelliti e le stazioni meteorologiche a terra, comprendono la velocita’ e la direzione dei venti e la variazione dell’umidita’ dell’aria. ”L’Amm puo’ aiutare a capire perche’ gli uragani atlantici reagiscono ai cambiamenti climatici in maniera diversa da quelli del Pacifico – spiega Kossin – perche’ ogni zona ha le sue condizioni differenti. Nel Pacifico ad esempio le condizioni che facilitano la formazione degli uragani prevedono una temperatura oceanica piu’ fredda”. La maggiore frequenza e intensita’ degli uragani dell’Atlantico era gia’ stata confermata da uno studio pubblicato a febbraio dagli stessi autori, secondo cui negli ultimi vent’anni questo oceano ha visto un aumento costante di entrambe le variabili. Proprio la discrepanza di questi dati con quelli delle altre zone del pianeta, in cui il numero e’ rimasto sostanzialmente invariato, ha portato ad identificare la ‘ricetta’ per gli uragani perfetti. Secondo i ricercatori questo studio permettera’ di fare migliori previsioni sull’attivita’ delle tempeste, perche’ l’Amm puo’ essere calcolato con un anno di anticipo: ”Se questo insieme di variabili e’ positivo – spiega il meteorologo – ci sono tutte le condizioni per una stagione particolarmente intensa, mentre se e’ negativo ci si possono aspettare meno uragani”.

Fonte: Ansa

Advertisements

Una risposta a CLIMA: E’ L’ATLANTICO LA ‘CULLA’ PER URAGANI PERFETTI

  1. Daniele Bianchino ha detto:

    IL fenomeno noto come Tropical Transition, che ha provocato cicloni tropicali in zone non tropicali come i cicloni tropicali Karl, Vince, Epsilon, Grace ha generato cicloni tropicali anche nel Mediterraneo nel Gennaio 1982, Dicembre 1985, Gennaio 1995, Ottobre 1996, Dicembre 2005. Le regole descritte da Lionello, da Meteolive e in questo paragrafo sono tipiche di persone che non conoscono bene le ciclgenesi tropicali. Il Mediterrano puo’ generare cicloni tropicali grazie a questo meccanismo che in particolari condizioni trasforma cicloni extratropicai a cuore freddo in cicloni a cuore caldo con caratteristiche subtropicali e via via sempre piu’ tropicali, fino ad ottenere un vero e proprio ciclone tropicale. Bastano temperature prossme ai 20°C. Come nei classici cicloni tropicali l’occhio non è sempre presente. Queste ciclogenesi tropicali spesso non hanno dimensioni enormi, sono caratterizzate da una spirale di nubi attorno ad un centro convettivo temporalesco, venti violenti e piogge alluvionali. Non c’è assolutamente nulla di diverso fra i cicloni tropicali Vince o Grace e i cloni tropicali Mediterranei del Gennaio 1995 o dell’Ottbre 1996; Sono la stessa cosa sia come origine e formazione che per dimensini, latitudine, struttura, intensita’ e temperature marine. Apparte i rari uragani mediterranei ottenuti dalla tropical transition, nei mesi estivi e autunnali,su temperature marine di 25-28°C (che sono all’incirca qelle tropicali) sono stati comunque osservati esempi lampanti di depressioni e tempeste di tipo tropicale sul nostro Bacino Mediterraneo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: