Dove si va?

148441.jpg

Dove andranno queste tartarughe giganti che in fila formano quasi un punto di domanda?
Probabilmente non molto lontano: questi animali (Geochelone nigra) tipici delle Isole Galapagos non superano i 300 metri all’ora. Considerando però che vivono più di cent’anni hanno tutto il tempo per girare in lungo e in largo il territorio.
Nell’arcipelago ecuadoregno esistono 11 sottospecie di tartarughe giganti che si differenziano tra loro per la forma del guscio, detto carapace. Questi antichi rettili, che possono raggiungere 300 chilogrammi di peso, prima dell’arrivo degli esseri umani (XIX secolo) erano molto più numerosi: si stima fossero oltre 250 mila. Dopo la colonizzazione, a causa dei cacciatori e dell’introduzione di ratti e capre che predano le uova, il loro numero si è ridotto drasticamente. Ora, in tutto l’arcipelago, non ce ne sono più di 20 mila.

Fonte: Focus.it

Advertisements

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: