Scrutare le correnti oceaniche dal satellite

1322314.jpgLe correnti superficiali dell’oceano sono state per lungo tempo un obiettivo di ricerca, per il ruolo che giocano nel determinare il tempo meteorologico, il trasporto degli inquinanti e il clima, ma ancora molti aspetti essenziali di queste correnti rimangono sconosciuti.
Grazie all’impiego di una nuova tecnica, basata sullo stesso principio delle pistole radar utilizzate dagli apparecchi autovelox per determinare la velocità dei veicoli sulle strade ma applicato ai dati rilevati dal satellite, gli scienziati possono ora ottenere informazioni sull’intensità e sulla variabilità dei regimi di correnti superficiali dell’oceano e sulla loro rilevanza nella dinamica del clima globale.
A dimostrare come questo nuovo metodo applicato ai dati ottenuti con l’Advanced Synthetic Aperture Radar (ASAR), uno strumento montato sul satellite Envisat dell’ESA, consenta la misurazione della velocità di movimento della superficie dell’oceano, sono stati gli scienziati riuniti per il workshop SeaSAR 2008, tenutosi questa settimana presso l’l’ESRIN, di Frascati.
Gli strumenti denominati Synthetic Aperture Radar (SAR), come l’ASAR, registrano la retrodiffusione delle microonde al fine di identificare gli schemi di increspatura della superficie di interesse, schemi che risultato correlati alle variazioni dei venti, delle onde e delle correnti di superficie.
Tuttavia, l’interpretare le immagini radar per identificare e quantificare le correnti superficiali si è dimostrato molto difficoltoso.
Utilizzando la nuova informazione contenuta nel segnale radar – lo spostamento Doppler delle onde elettromagnetiche riflesse dalla superficie del mare – Bertrand Chapron del French Research Institute for Exploitation of the Sea (IFREMER), in collaborazione con colleghi del norvegerse Nansen Environmental and Remote Sensing Centre (NERSC), è riuscito a determinare in che misura le onde di superficie e le correnti contribuiscano allo spostamento Doppler. (fc)

Fonte: LeScienze

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: