S.O.S da Kiribati

Mentre in tutto il mondo si continua a discutere e studiare sugli effetti del riscaldamento globale qualcuno sta pagando già i primi drammatici effetti. Proprio in questi giorni è stato lanciato un appello internazionale dagli abitanti di Kiribati, un piccolo stato-arcipelago che si trova nel Pacifico tra le Hawaii e le Fiji, la più grande nazione di atolli del mondo formata da 33 isole che rischiano seriamente di trovarsi con i piedi nell’acqua. Per ironia della sorte gli abitanti di queste isole, che vantano, fra l’altro, la presenza della più grande riserva marina del mondo, non hanno mai usato auto o aerei, vivono di agricoltura e di pesca usando metodi più che sostenibili e quindi non contribuiscono alle immissioni di Co2. L’innalzamento del livello dell’oceano ha già prodotto danni irreparabili in queste stupende isole, il cui punto più alto si innalza di appena 20 metri dalla superficie marina. Le falde acquifere sono contaminate e i campi sono ricoperti dal sale e gli abitanti degli atolli lanciano un disperato appello affinché vengano ospitati dalla vicina Nuova Zelanda.

A cura di Claudio Gallucci

Fonte: MareinItaly

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: