Ambientalisti e subacquei difendono il mare

E’ stato presentato a Genova il progetto DES ,Diver’s Environmental Survey, promosso dalla associazione ambientalista internazionale Greenpeace Gruppo Locale di Genova, in collaborazione con DAN, Divers alert network, e l’associazione subacquea Nase.
Il progetto intende innanzitutto rendere più forte la collaborazione fra il mondo ambientalista e quello delle immersioni subacquee per coinvolgere i sub in iniziative che li rendano maggiormente responsabili. Si tratta di mettere insieme l’impegno per la prevenzione degli incidenti subacquei con l’attività di monitoraggio dei fondali marini. Con delle semplici osservazioni che riguardano soprattutto la presenza di rifiuti, di attrezzi di pesca, di mucillagini, di specie animali e vegetali, i sub potranno dare delle importanti informazioni sullo stato dei fondali dei nostri mari. Dati e immagini verranno raccolti grazie ad un software. Con il progetto DES, come dicevamo, si intende non solo ottenere una più chiara visione della situazione in cui si trova l’ambiente sottomarino ma anche ottenere dati che riguardano la sicurezza dell’immersione e la prevenzione degli incidenti subacquei. È previsto per questo anche il riempimento di un questionario medico-fisiologico dopo le attività di immersione. Per il progetto che è aperto a chiunque voglia collaborare l’associazione subacquea Nase mette a disposizione le sue strutture.

A cura di Claudio Gallucci

Fonte: MareinItaly

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: